frankenstein movies


Useless to say that the monstrous side of man of Frankenstein or the Modern Prometeus gave the start to a numberless series of movies about the creature. Unfortunately most of them did not catch the psychological implications present in the novel.
From the silent period of the movies on, film makers have tested themselves against the subject.
Among the most remarkable are
– The silent black and white film Frankenstein, directed by J. Searle Dawleyin in 1910.
– Frankenstein, directed by James Whalein 1931, starring for the first time Boris Karloff , the most popular Monster in the history of the cinema.
– Bride of Frankenstein, again by James Whale in 1935.
– Frankenstein, directed by Howard W. Koch, in 1970)
– Young Frankenstein, a parody directed by Mel Brooks in 1974.
– Frankenstein, a frightening and faithful movie directed by Kenneth Branagh in 1994.
The rejected monster gave rise to other “different “ characters . One of the most representative is the sweet and lonely Edward Scissorhands, directed by Tim Burton in 1990 about an unfinished creature – the creator died before he could finish his work and Edward is left with metal scissors for hands – whose creativity is not understood by the conformist members of a tidy American village.
The Phantom of the Opera, is the story of a disfigured musical genius, hidden away in the Paris Opera House, who terrorizes the opera company for the unwitting benefit of a young protégé whom he trains and loves. It was shot first in 1943 under the direction of Arthur Lubin and, more recently, in a musical version of 2004, by Joel Schumacher.

Inutile dire che il lato mostruoso dell’uomo di Frankenstein o il Prometeo Moderno diede inizio a una serie innumerevole di romanzi sulla creatura. Sfortunatamente la maggior parte di questi non riesce ad afferrare il contenuto socio-psicologico del romanzo.
Dal periodo del muto in poi, i registi si sono cimentati sull’argomento. Tra i più noti si ricordano
• Il film muto in bianco e nero Frankenstein, diretto da J. Searle Dawley nel 1910;
• Frankenstein, diretto da James Whale nel 1931, con il “mostro” più famoso nella storia del cinema Boris Karloff;
• La moglie di Frankenstein, di nuovo di James Whale del 1935;
• Frankenstein, diretto da Howard W. Koch nel 1970;
• Young Frankenstein, una parodia del 1974 diretta da Mel Brooks;
• Frankenstein, un film terificante e fedele diretto da Kenneth Branagh nel 1994:

Il soggetto del mostro rifiutato dalla società ha ispirato anche altri personaggi. Uno tra i più rappresentativi è Edward Scissorhands, diretto da Tim Burton nel 1990 sulla creazione di un “ragazzo” non terminata – suo “padre” è morto prima di finire la sua opera e lui è rimasto con delle forbici al posto delle mani – la cui immaginazione non viene capita dagli abitanti conformisti di un piccolo, ordinato paese americano.
Il fantasma dell’ Opera, storia di un musicista sfigurato che vive nascosto nel Palazzo dell’Opera di Parigi e che terrorizza la compagnia per aiutare una sua protetta a cui lui insegna il canto e che lui segretamente ama. Fu girato nel 1943 da Arthur Lubin e quindi nel 2004 da Joel Schumacher in una versione musicale.

Lascia un commento