canto di natale in prosa


c. dickens – Vita e opere
1812: Charles Dickens nasce a Landport, Hampshire. Suo padre è un impiegato in Pay Ufficiale di Marina a Portsmouth. La famiglia si trasferisce presto a vivere a Londra. Charles è insolitamente bambino precoce.
1821: suo padre debiti divenuta urgente e la famiglia è di risparmiare.
1823-1824: Charles è andare a scuola, ma quando suo padre viene imprigionato il bambino ha di guadagnarsi la vita in una fabbrica di lucido da scarpe di lavoro dalla mattina alla sera.
1824: Charles torna a scuola, perché gli affari di famiglia sembrano migliorare, ma ben presto decide di andare a lavorare in ufficio di un avvocato. Poi comincia a lavorare come cronista parlamentare.
1833: Pubblica Cena in pioppo Walk e comincia a scrivere per la rivista mensile
1836: pubblica il Schizzi di Boz e entra a far parte del personale del Morning Chronicle, un quotidiano con un’alta reputazione.
Nello stesso anno la Chapman editori e le commissioni Hall lui un testo che sarà pubblicato mensilmente. Dickens scrive la prima rata di Pickwick Papers
Si sposa Catherine Hoggard, la figlia del suo editore.
1838: Oliver Twist appare
1839: Nicholas Nickleby viene pubblicato: si tratta di crudeltà sui bambini.
1841: Pubblica Barnaby Rudge, un romanzo storico sui crimini e la violenza e The Old Curiosity Shop.
1842: Dickens va in America. Quando torna, pubblica American Notes.
1843: lo scrittore inizia una serie di libri di Natale con A Christmas Carol (che durerà fino al 1848)
1844: Martin Chuzzlewit appare. Si tratta di schiavitù e del materialismo.
1844-1845: Passa la maggior parte del suo tempo all’estero, in Italia e Francia.
1846: pubblica la foto da Italia
1848: Il romanzo Dombey e figlio appare. Pubblica la prima rata di David Copperfield, un lavoro autobiografico.
1853: Bleak House è pubblicato. E ‘un romanzo di critica sociale. Comincia aiutare i profughi italiani
1850-1865: l’autore scrive Hard Times, A Tale of Two Cities, Little Dorrit, Grandi speranze e nostro comune amico. Tutti questi romanzi sono pervasi da un senso di depressione e stress.
1850: Dickens In questo stesso periodo, infatti, recita che soffrono di claudicazione che è il primo segno della paralisi. La sua tensione nervosa diventa eccessiva e si riprende mai dallo shock di un incidente ferroviario.
Tuttavia, egli va di fare un viaggio a Parigi e in America, tenendo conferenze sulla sua opera.
1869: Dickens tenta la sua prima storia di mistero, Edwin Drood, ma non la fine.
1870: lo scrittore muore e viene sepolto nel Poet’s Corner, Westminster Abbey.
o.
E non è direttamente legata al personaggio principale ma il termine “un canto” ancora una volta sottolinea il cambiamento di Scrooge.
All’inizio della storia si manda via alcuni giovani ragazzi che vogliono cantare una canzone di Natale per lui, più tardi, avrà il piacere di ascoltare una, cosa che la reazione giusta, perché un canto è un canto di gioia così come la sua conversione.
Narratore
La storia è raccontata con una narrazione in terza persona, il narratore (che fa commenti personali troppo) ci racconta la storia di Ebenezer Scrooge.
Questa storia inizia con una introduzione personale del narratore (forse l’autore stesso), che fa una prefazione di riassumere gli eventi passati in fretta.
Il punto di vista, esterno all’azione, i cambiamenti, all’inizio della storia: dopo poche righe nella narrazione in prima persona possiamo trovare la narrazione in terza persona fino alla fine dove ci sono alcune righe che contengono un desiderio del narratore, e anticipano i futuri sviluppi (“non aveva rapporti sessuali con altri spiriti […] Dio ci benedica. Ogni One”).
Personaggi.
C’è più di un personaggio principale: Sig. Scrooge, Marley’s Ghost e le tre Spiriti.
Il primo che compare nella storia è Scrooge che viene presentato con un sacco di frasi descrittive da parte del narratore.
Essi non sono descrizioni fisiche, ma psicologiche.
I dialoghi tra lui e gli altri personaggi sono molto importanti perché attraverso di esse si può notare il graduale cambiamento nella mente di Scrooge.
Egli è abbastanza vecchia. Lui è un uomo freddo, “duro e tagliente come una pietra focaia (…) segreto, autonomo e solitario come un’ostrica”.
Niente lo può toccare e nessuno può sperare di ottenere alcun aiuto da lui.
Egli crea la sua vita evitando tutte le cose che il genere umano ama perché li considera semplicemente una sciocchezza (per esempio i festeggiamenti il giorno di Natale).
Lui non è sposato, lui non paga il nipote alcuna attenzione e lui non vuole che questi ultimi a pagare gli eventuali.
Quando era un bambino che ha sofferto ed amato, ma ora sembra non avere sentimenti, non si cura di nulla.
Ha un gelato fuori, lui è abbastanza ricco per vivere bene, ma egli è avido e avaro.
Egli si sofferma mai sul suo passato. Infatti “… la conversione di Scrooge inizia quando egli è costretto a contemplare scene della sua vita passata …”
la il libro non ci sono descrizioni fisiche, perché l’autore probabilmente vuole sottolineare il comportamento di Scrooge e dei suoi cambiamenti più del suo aspetto fisico.
La prima presentazione del protagonista viene effettuata direttamente dal narratore (“il freddo dentro di lui ha congelato la sua caratteristica ecc vecchio poi gli altri personaggi aggiungere informazioni supplementari attraverso i loro commenti (la sua ricchezza non è uso a lui, ecc)
Scrooge non ha alcun particolare scopo nella vita. Vuole vivere per sé e per sé. Non ha scopo perché ha bisogno di nulla dalla vita né la felicità né l’amore, ecc
Ha tutto quello che vuole: soldi e tranquillità. Egli vuole che nessuno di infastidire lui, non si cura dei problemi del mondo, più di quanto è necessario per avere la coscienza pulita. Quindi pensa che il mondo «u» t non b »interessata a lui.
Ma Ghost uno giorno di Marley (Marley era il suo socio) gli appare e gli dice che quello che sta facendo è “sbagliato e pericoloso per la sua vita eterna.
Lo Spirito vuole insegnargli qualcosa utilizzando tre Spiriti: con loro visite Scrooge sua vita passata, la sua vita presente e la sua vita futura. Improvvisamente comincia a cambiare di capire il suo errore.
Si può ora vedere quanta gente lo odia perché lui le ha fatto male, ma anche quante persone cercano di rispettare lui e la gente osservando lui comincia a cambiare il suo comportamento e quello che dice: ad es. “Onorerò il Natale nel mio cuore, e cercare di tenere tutto l’anno”
Gli Spiriti sono altri personaggi importanti della storia. fantasma s Marley ‘, solo quando era in vita era simile a Scrooge avido, egoista, ha utilizzato per fare gli stessi errori Scrooge sta facendo. Egli vuole salvare il suo amico, o almeno di metterlo in guardia. Lo Spirito appare, preceduta dal rumore strano “di campana” e catene.
Scrooge è molto spaventata, lo riconosce immediatamente. Egli ha la “(…) stessa faccia il suo maiale in alto, panciotto di consueto, collant e stivali”, portando una catena molto lunga, fatta di “cashboxes, chiavi, lucchetti, libri mastri, fatti”.
Il suo corpo è trasparente, Scrooge non vuole credere in ciò che vede. Ma più tardi egli vuole sapere cosa Marley bisogni e che ha fatto la sua catena.
Così scopre che Scrooge Marley stesso ha fatto quando era vivo ed egoista. Egli non si cura di persone e ora lui sa che era sbagliato ma non può fare nulla.
Marley mostra persone Scrooge molti che erano egoisti e cattivi nel corso della vita, che ora stanno soffrendo le conseguenze; fantasmi, volando e piangendo nella notte.
Il primo degli spiriti è il fantasma del Natale passato “. . ! Sembra un vecchio ridotto alle proporzioni di un bambino. I suoi capelli sono bianchi, il suo volto “non ha una ruga in essa e la più tenera Bloom è sulla pelle. I suoi danni sono muscolari. Indossa una tunica bianca, una cintura e tiene un ramo di agrifoglio. Ha una corona che dà un “getto luminoso chiaro di luce da cui tutto questo è visibile”, egli porta un cappello e lui lo usa per nascondere la sua luce
quando è infelice.
Scrooge non può sopportare questa luce e al termine del suo “viaggio” con lo Spirito che userà il cappuccio per nascondere e spegnerlo.
Pensa che la luce è legata alla influenza lo Spirito è su di lui.
Lo Spirito gli mostra “le ombre della cosa che navata stati”, egli sottolinea il primo passo della conversione di Scrooge, perché comincia ad avere rimpianti.
Il secondo degli spiriti è il fantasma di Christina »Present” E ‘un allegro gigante che porta una fiaccola e lo tiene fino a gettare la luce su Scrooge “.
Egli è clothered “in una semplice tunica verde scuro, o mantello, bordato di pelliccia bianca”. –
Si è “dark riccioli castani lunghi e liberi”.
Il fantasma di Scrooge mostra le immagini della Christina Presente »e mentre Scrooge rimane inalterata, lo Spirito cresce perché la sua vita su questo pianeta è molto breve.
Prima di andare via (Scrooge non mandarlo via), egli mostra Scrooge due bambini che sono “giallo, magro, lupo …”
Essi sono la personificazione di ignoranza e di Desideri e sono i figli dell’uomo. Questa è un’altra lezione per Scrooge.
L’ultimo dei Spirito è il “fantasma del Natale ancora venire”
Egli è l’unico che non parla mai a Scrooge; Egli mostra soltanto lo evento che riguardi il suo futuro.
“E ‘avvolta in un abito nero profondo che nasconde la testa, il suo volto, la sua forma e non lascia nulla di essa» visibile salvare una mano tesa “.
Scrooge paura della forma silente più di ogni Spectre che ha visto “. Questo è simbolico del fatto che teme il futuro.
Scrooge può vedere la sua tomba e lui è disperato perché è pentito, ma pensa che non sarà in grado di cambiare nulla.
Questi tre Spirito vogliamo avvertire Scrooge, per fargli pensare alla sua vita e di comportamento. Lui capisce i suoi errori e diventa buono e caritatevole.
Gli Spiriti sono presentati attraverso la descrizione del narratore: si sono visti attraverso gli occhi di Scrooge.
Tutti gli altri personaggi sono principalmente “le ombre delle cose che sono state” o che sarà, ma ci sono anche persone del presente: nipote di Scrooge, il suo impiegato, la sua ex-amante e un sacco di gente che non conosce (soprattutto a immagine del suo futuro).
I personaggi rappresentano rimorsi, rimpianti e speranze anche, e quindi non sono personaggi realistici, ma personificazioni di vari aspetti della vita.
Scrooge cambiato dopo li ha incontrato durante i suoi tre viaggi con gli spiriti.
Impostazione
Le azioni non avvengono in un ambiente unico.
I luoghi sono realistici (soprattutto all’inizio della storia di ufficio, per strada, la casa …) ma sono messi in un sogno come l’atmosfera perché sono evocati dagli Spiriti.
Sono molti, perché ogni Spirito si Scrooge vari luoghi.
In generale, l’autore descrive luoghi e questo dà un let di dettagli.
Le azioni si svolgono all’interno. Solo le prime e le ultime immagini evocate si svolgono al di fuori ((paese; cimitero).
L’impostazione influenza Scrooge, perché è legata ai ricordi e paure.
Time
Ci sono tre periodi separati: il passato, il presente e il futuro. Ciascuno di essi è suddiviso in unità più piccole, gli spiriti presenti Scrooge con diversi fatti che si svolgono in tempi diversi.
La storia riguarda il tempo dall’infanzia Paperone ‘per la sua morte (solo evocato).
Tutto questo periodo è vissuto (o rivivere) di Scrooge in un sogno che dura una notte. In realtà la storia comincia il giorno prima di Natale e finisce un giorno, mattina di Natale.
All’interno di ogni periodo (Past.,.) Gli eventi seguono un ordine cronologico e non solo dare indicazioni di scegliere della vita di Scrooge in ogni periodo.
C’è un dettaglio che tutti gli eventi narrati hanno in comune: la celebrazione del Natale.
Lingua
L’autore utilizza un linguaggio tipico del suo periodo. Non è molto difficile (se pensiamo che con la mente secolo XIX).
Egli usa un sacco di nomi e aggettivi perché fa descrizioni.
Le parole che usa sono utili per creare un’atmosfera cupa.
Il tono è colloquiale: la storia sembra essere una fiaba raccontata da “uno zio scapolo”, approfondisce il tono ‘in un registro più torvo molto alla fine di Stave Tre ”
Lo scrittore usa a volte l’ironia o linguaggio comico: “… erano così strettamente confidenziale insieme, dietro le quinte”.
Tema
Un tema molto importante: l’avarizia e l’egoismo legato ad un periodo di espiazione.
Gli elementi soprannaturali in A Christmas Carol
Il tema del soprannaturale è un aspetto importante nella storia a causa della presenza degli spiriti.
Nel complesso sono “benigni” fantasmi perché fanno rete vogliono fare del male, ma di voler aiutare.
Essi hanno un grande potere soprannaturale che consentono loro di viaggiare nel tempo e nello spazio, di evocare immagini dal periodo diversi della vita del personaggio principale.
Essi possono comportare un uomo e non è necessario che crede subito in loro.
Scrooge è un uomo molto pratico non facilmente colpite. Gli Spiriti non si preoccupano di questo, gli fanno fare quello che vogliono e questo è un intervento soprannaturale che salva Scrooge.
Tuttavia l’elemento soprannaturale non crea un clima di paura o di angoscia. Solo l’ultima Spirito dà am impressione di paura e di disperazione.
Sembra che l’elemento soprannaturale è parte della realtà umana: è qualcosa che sta sopra la realtà che “si occupa di uomo”, controlla la vita dell’uomo e interviene quando qualcosa di negativo possono essere cambiati.
Nessuno è del tutto consapevole di questa presenza, o forse tutti a supposizioni, ma nessuno vuole ammetterlo.
Il mondo descritto da Dickens è il mondo della classe media, il loro spirito pratico non può accettare questi strani fenomeni, ma sono parte della vita umana e possono comparire in qualsiasi momento.
nessuno si accorga del mondo soprannaturale, perché è invisibile, ma è percepibile e può spaventare se la gente non lo sa. Potrebbe essere bello, ma le persone devono essere in grado di staccarsi dalla realtà.

Lascia un commento