0

Libri in vendita

La Signora Dalloway di V. Woolf

11 ottobre 2013 at 15:43 By

mrs dalloway 2

Un giorno, a Londra.  La signora Clarissa Dalloway sta andando a comprare i fiori per la sua festa: vuole festeggiare la fine della guerra, che corrisponde alla fine del suo crollo psicologico. Così inizia il romanzo di Virginia Woolf, Mrs Dalloway (1925),  La Signora Dalloway, Mentre va a comprare dei fiori ricorda la casa di campagna della sua giovinezza a Bourton e un suo caro amico, Peter Walsh. Il rumore di un’auto distrae l’attenzione del lettore su un altro personaggio, Septimus Warren Smith che, con sua moglie, Lucrezia, sta passeggiando sulla stessa strada di Clarissa. Septimus è tornato dalla prima guerra mondiale ed è mentalmente affetto da shock da bombardamento. Una volta a casa, Clarissa pensa al suo passato, in particolare a  Sally Seton, di cui era stata  innamorata in gioventù. Peter Walsh arriva inaspettatamente, dall’India. Questi personaggi fanno capire più profondamente la personalità di Clarissa. Anche Peter Walsh pensa al passato, al suo amore per Clarissa, e a ciò che non approva della sua vita attuale. Esce a passeggiare per  Regent’s Park, dove ci sono anche  Septimus e sua moglie, seduti su una panchina. Stanno aspettando l’ora  dell’ appuntamento con il dottor Bradshaw, lo stesso psicoanalista di Clarissa Dalloway. Dai pensieri di Lucrezia, il lettore apprende che Septimus sta pensando di uccidersi. A mezzogiorno, il Big Ben suona le ore: Clarissa è a casa, e Septimus e sua moglie arrivano l’appuntamento con Sir William Bradshaw. Lo psicanalista vede che Septimus è grave e gli consiglia di andare in una casa di cura. La narrazione pone quesiti sui metodi e le ipotesi della diagnosi psicoanalisti e della pratica. Nel frattempo, il lettore conosce Richard, marito di Clarissa, la figlia Elisabetta e la sua mentore, Miss Killman. Septimus si butta dalla finestra di casa e muore mentre a casa di Clarissa la festa incomincia.

Please follow and like us:

Lascia un commento